Compilazione del modulo CMRT (versione 6.1)

Compilazione del modulo CMRT

Benvenuto nella guida di Assent compliance per la compilazione del CMRT (Conflict Minerals Reporting Template). Questa guida fornisce istruzioni complete e dirette sulla compilazione di un modulo CMRT 6.1.

Il CMRT è suddiviso in cinque sezioni:

  • Informazioni sulla società.
  • Domande relative alla provenienza.
  • Domande sulle politiche seguite.
  • Dettagli della fonderia.
  • Dettagli del prodotto.

Ogni sezione comprende diversi requisiti di regolamentazione dei minerali di conflitto. La guida comprende ogni sezione con istruzioni passo a passo ed aiuta ad identificare le risposte appropriate per diversi scenari.

INFORMAZIONI AZIENDALI

La sezione Informazioni sulla società consente ai produttori di dichiarare chi sono e per quali parti effettuano la dichiarazione. I campi evidenziati in giallo sono obbligatori.

  • Nome dell'azienda: qui i produttori possono elencare il nome della loro azienda. Si consiglia alle aziende che operano con un altro nome di elencare entrambi i nomi delle società (ad es. ACME Inc. DBA Fragile Packaging).
  • Dichiarazione di ambito (scopo) o classe: quando si dichiara la fonte di origine di stagno, tantalio, tungsteno e oro (3TG), i produttori possono selezionare l'ambito dei prodotti da includere in un CMRT specifico:
    • Azienda: tutti i prodotti del produttore sono inclusi nel CMRT.
    • Definito dall'utente ['Specificare nella descrizione dell'ambito']: consente agli utenti di inserire l'ambito delle parti o dei prodotti da includere in un CMRT specifico. Questo viene solitamente fatto a livello di divisione o in una specifica categoria di prodotto. Gli utenti che selezionano questo tipo di ambito devono compilare la descrizione dell'ambito nella riga seguente.
    • Prodotto (o elenco di prodotti): gli utenti possono scegliere di creare un elenco di prodotti che rientrano in uno specifico CMRT. L'elenco dei prodotti deve essere compilato nella scheda Elenco prodotti. Nota bene: i prodotti elencati devono includere una descrizione chiara del prodotto assieme al codice corrispondente.
  • ID univoco della società (opzionale): elenca un codice o un numero specifico associato alle loro società a scopo identificativo.
  • Autorità ID univoco della società (facoltativo): elencare l'autorità associata all'ID. Questo è altamente consigliato per le aziende che elencano un ID univoco della società.
  • Indirizzo (facoltativo): elenca l'indirizzo postale dell'azienda. Ciò è utile quando si dichiara in una determinata divisione o unità aziendale, piuttosto che in un'intera azienda.
  • Nome del contatto: la persona responsabile della gestione delle richieste sul CMRT.
  • E-mail – Contatto: L'e-mail del contatto sopra elencato.
  • Telefono – Contatto: il numero di telefono del contatto sopra elencato.
  • Autorizzatore: la persona responsabile dell'approvazione dell'utilizzo del CMRT all'interno di una specifica azienda. Nota bene: in molti casi, l'Autore ed il Contatto possono essere la stessa persona.
  • Titolo – Autore (opzionale): titolo ufficiale dell'Autore.
  • E-mail – Autore: L'e-mail dell'Autorizzatore sopra elencato.
  • Telefono – Autorizzatore: Il contatto telefonico dell'Autorizzatore sopra elencato.
  • Data effettiva: poiché le informazioni relative alla catena di approvvigionamento tendono ad essere raccolte progressivamente, si consiglia vivamente di mantenere aggiornato il CMRT della propria azienda. La data effettiva consente di associare una data alle informazioni del CMRT. Si prega di notare che tale data deve essere elencata nel formato giorno-mese-anno per essere accettata.

Informazioni di provenienza

La sezione relativa alle Informazioni sulla Provenienza consente ai produttori di inserire le informazioni sui minerali di conflitto nella loro produzione.

  1. Sono stati aggiunti o utilizzati intenzionalmente minerali 3TG nei prodotti o nel processo di produzione?
  • : se l'azienda può confermare che il metallo in questione è stato aggiunto o utilizzato intenzionalmente nei prodotti o nel processo di produzione.
  • No: se l'azienda può confermare che il metallo in questione non è stato aggiunto o utilizzato intenzionalmente nei prodotti o nel processo di produzione.
  1. Rimane del minerale 3TG nei prodotti?
  • : l'azienda conferma che il metallo rimane nei prodotti dopo il processo di fabbricazione.
  • No: l'azienda conferma che il metallo non rimane nei prodotti dopo il processo di fabbricazione.
  1. Alcune fonderie nella vostra catena di fornitura si approvvigionano di 3TG dai paesi interessati?

I paesi di interesse sono: Repubblica Democratica del Congo (RDC), Repubblica del Congo, Repubblica Centrafricana, Tanzania, Sud Sudan, Burundi, Zambia, Ruanda, Angola e Uganda.

  • : l'azienda ha riscontrato che una o più fonderie nella propria catena di fornitura si approvvigionano del metallo in questione.
  • No: l'azienda ha riscontrato che il metallo in questione non proviene dai paesi interessati. Questa opzione dovrebbe essere selezionata solo se le aziende hanno completamente controllato la loro catena di approvvigionamento per il metallo interessato(vedi domanda 5).
  • Sconosciuto: l'azienda dovrebbe selezionare questa opzione se è ancora in fase di indagine sulle proprie catene di approvvigionamento e non ha determinato se vi sono fornitori provenienti dai paesi interessati.
  1. Alcune fonderie nella vostra catena di fornitura si approvvigionano di 3TG da aree di conflitto e ad alto rischio?

Questa domanda chiede se una parte dei 3TG contenuti in un prodotto o più prodotti provenga da aree di conflitto e ad alto rischio (CAHRA). 

  • : l'azienda ha riscontrato che una o più fonderie nella propria catena di fornitura si approvvigionano di 3TG da aree di conflitto e ad alto rischio, anche se tali fonderie si trovano nell'elenco di fonderie e raffinerie conformi a RMI.
  • No: la società ha riscontrato che il metallo in questione non proviene da aree di conflitto e ad alto rischio. Questa opzione dovrebbe essere selezionata solo se le aziende hanno esaminato completamente la propria catena di approvvigionamento per il metallo interessato (vedi domanda 5).
  • Sconosciuto: l'azienda dovrebbe selezionare questa opzione se è ancora in fase di indagine sulle proprie catene di approvvigionamento e non ha determinato se i fornitori provengono da aree di conflitto e ad alto rischio.
  1. Il 100% del 3TG (necessario alla funzionalità o alla produzione dei vostri prodotti) proviene da fonti riciclate o di scarto?

Questa domanda chiede se l'approvvigionamento completo di tutti i metalli in conflitto necessari per la funzionalità di quel/i prodotto/i provenga da fonti riciclate o di scarto. Tenete presente che se vi rifornite da un riciclatore o da una fonderia di rottami, è comunque necessario elencare la fonderia nella pagina Dettagli fonderie.

  • : l'azienda ha confermato che l'intera provenienza (100%) del metallo interessato proviene da una fonderia di riciclaggio o rottami.
  • No: l'azienda ha confermato di aver trovato almeno una fonte che non sia un fornitore di riciclaggio o rottame per il metallo interessato.
  • Sconosciuto: l'azienda deve ancora completare l'indagine sui fornitori e deve ancora trovare una fonte che non sia un fornitore di riciclaggio o rottame.
  1. Quale percentuale di fornitori interessati ha fornito una risposta al sondaggio sulla catena di approvvigionamento?

Questa domanda chiede quale percentuale della vostra catena di approvvigionamento per i prodotti dichiarati ha risposto alle vostre domande sulla provenienza ed ha fornito informazioni. Le risposte sono suddivise in intervalli per ogni metallo interessato. Le aziende hanno la possibilità di elencare le percentuali esatte nella sezione dei commenti.

  • Il 100% dei fornitori ha risposto.
  • oltre il 90% dei fornitori ha risposto.
  • oltre il 75% dei fornitori ha risposto..
  • più del 50% dei fornitori ha risposto.
  • Il 50% o meno dei fornitori ha risposto.
  • Nessuno dei fornitori ha risposto.
  1. Avete identificato tutte le fonderie che forniscono il 3TG alla tua catena di approvvigionamento?

Questa domanda chiede se il produttore è stato in grado di identificare tutte le fonderie elencate dalle parti interessate dal CMRT.

  • : tutte le fonderie sono state identificate per le parti interessate.
  • No: non tutte le fonderie sono state identificate per le parti interessate.
  1. In questa dichiarazione sono state riportate tutte le informazioni applicabili ricevute dalla vostra azienda in merito alle fonderie?

Poiché i dati delle fonderie potrebbero non essere sempre accurati, è importante elencare i motivi per cui tutti i dati delle fonderie potrebbero non essere elencati nel CMRT (ad es. conferma dell'identità della fonderia).

  • : tutti i dati della fonderia sono stati elencati nella sezione dell'elenco delle fonderie.
  • No: non tutti i dati delle fonderie sono stati elencati nella sezione dell'elenco delle fonderie.

DOMANDE RELATIVE ALLE POLITICHE

La sezione relativa alle Domande sulle politiche consente ai produttori di definire la propria politica aziendale e la propria posizione in merito all’origine dei minerali di conflitto.

  1. Avete stabilito una politica di approvvigionamento dei minerali di conflitto?
  • : la nostra azienda ha una politica in atto.
  • No: la nostra azienda non ha una politica in atto.
  1. La vostra politica di approvvigionamento dei minerali di conflitto è disponibile pubblicamente nel vostro sito web?
  • : la politica aziendale è disponibile sul sito Web della nostra azienda (l'utente deve indicare l'URL delle politiche nella sezione commenti).
  • No: la politica aziendale non è elencata sul sito Web della nostra azienda.
  1. Richiedete ai vostri fornitori diretti di procurarsi il 3TG da fonderie le cui pratiche di due diligence sono state convalidate da un programma di audit di terze parti indipendenti?
  • : richiediamo che tutte le fonderie dei nostri fornitori si sottopongano ad un audit di terza parte indipendente per confermare che stanno acquistando 3TG senza conflitti.
  • No: non richiediamo che le fonderie dei nostri fornitori si sottopongano ad un audit di terza parte indipendente.
  1. Sono state implementate misure di due diligence per l'approvvigionamento senza conflitti?
  • : abbiamo esaminato le informazioni forniteci dai nostri fornitori per determinare lo stato di assenza di conflitti dei nostri 3TG.
  • No: non abbiamo esaminato le informazioni fornite dai nostri fornitori per l'approvvigionamento 3TG per determinare lo stato di assenza di conflitti.
  1. La vostra azienda conduce indagini sui minerali dei conflitti presso i vostri fornitori interessati?
  • : la nostra azienda conduce indagini sui minerali dei conflitti presso i nostri fornitori interessati raccogliendo informazioni come IPC-1755 o CMRT.
  • No: la nostra azienda non conduce indagini sui minerali dei conflitti presso i nostri fornitori interessati.
  1. Esaminate le informazioni di due diligence ricevute dai vostri fornitori rispetto alle aspettative della vostra azienda?
  • : effettuiamo verifiche sui risultati della due diligence rispetto alla nostra politica aziendale per verificare se la verifica effettuata dai nostri fornitori è in linea con la nostra.
  • No: non eseguiamo verifiche dei risultati della due diligence dei nostri fornitori rispetto alla nostra politica aziendale.
  1. Il vostro processo di revisione include la gestione delle azioni correttive?
  • : Obblighiamo i fornitori a implementare un processo relativo ai minerali dei conflitti se riteniamo che i loro sforzi non siano sufficienti.
  • No: non obblighiamo i fornitori a implementare un processo relativo ai minerali dei conflitti se riteniamo che i loro sforzi non siano sufficienti.
  1. La vostra azienda è tenuta a presentare una dichiarazione annuale sui minerali dei conflitti alla SEC?
  • : siamo una società quotata in borsa e siamo tenuti a presentare alla SEC i nostri risultati sui minerali dei conflitti ogni anno.
  • No: non siamo una società quotata in borsa, non siamo tenuti a riportare in nostri dati presso la SEC.

INFORMAZIONI SULLE FONDERIE (SCHEDA ELENCO DELLE FONDERIE)

La scheda Elenco delle fonderie consente alle aziende di elencare tutte le fonderie che sono state in grado di individuare nelle loro catene di approvvigionamento. Le aziende possono selezionare 3TG dalla prima colonna e quindi selezionare una delle fonderie autorizzate elencate nel CMRT esistente. Si tratta di fonderie che si sono rivolte all'RMI per iniziare il processo di verifica dell'assenza di conflitti.   

NOTA BENE: le fonderie elencate nel CMRT non sono necessariamente prive di conflitti. Tutto ciò significa che la fonderia ha iniziato il processo per verificare se stessa quale priva di conflitti. Un elenco aggiornato delle fonderie e raffinerie conformi a RMAP è disponibile sul sito Web di RMI al seguente link: http://www.responsiblemineralsinitiative.org/conformant-smelter-refiner-lists/ 

È possibile elencare una fonderia non presente nel CMRT selezionando il metallo interessato nella prima colonna e quindi selezionando "Fonderia non elencata" nella seconda colonna. Avrete quindi la possibilità di inserire qualsiasi informazione nelle colonne rimanenti.

Per le fonderie che non sono elencate nel CMRT, è importante elencare quante più informazioni possibili. Il nostro processo di due diligence ci imporrà di contattare queste fonderie ed avere quante più informazioni possibili ci consentirà di farlo.

INFORMAZIONI SUL PRODOTTO (SCHEDA ELENCO DEI PRODOTTI)

La scheda Elenco prodotti consente ai produttori di elencare i prodotti nell'ambito di questa dichiarazione. Questa sezione del CMRT è obbligatoria se i produttori hanno selezionato Prodotto (o Elenco di prodotti) nella sezione Informazioni aziendali.

Nota bene: i produttori sono tenuti a elencare i codici dei prodotti nella colonna Codici prodotto del produttore.

CHECKER

La sezione Checker consente ai produttori di verificare se tutte le informazioni richieste sono state compilate. È il modo migliore per garantire il completamento prima di inviare il CMRT.

  • Campi in verde — compilati
  • Campi in rosso — non completati

Cerca i campi evidenziati in rosso. Le note nella colonna C ti suggeriscono quali azioni sono necessarie. I collegamenti ipertestuali sull’origine nella colonna D forniscono l'accesso ai campi che richiedono il completamento. Nota: poiché il Checker viene aggiornato in tempo reale, puoi rivederlo in qualsiasi momento mentre completi il ​​modello.

 Per ulteriori informazioni sui Conflict Minerals, scarica una copia dell'eBook di Assent The Conflict Mineral Handbook: Your Guide to Compliance in 2019

Altre domande? Invia una richiesta

Commenti